TORNA AL SITO SEDUS

Press enter to see results or esc to cancel.

Ambienti di lavoro urbanizzati: cosa significa?

Diversi approcci per il lavoro ibrido

In un’epoca in cui i luoghi di lavoro diventano sempre più urbanizzati e flessibili, si delinea una chiara tendenza al lavoro ibrido. Sedus INSIGHTS si interroga su come gli ambienti di lavoro di domani debbano essere progettati per soddisfare le esigenze di un modello ibrido.

Secondo uno studio condotto da JLL nel 2022, il 60% dei dipendenti preferisce modelli di lavoro ibridi al lavoro esclusivamente in ufficio o da casa. Questa preferenza sta stravolgendo le strutture lavorative tradizionali e sfidando le aziende a sviluppare nuove strategie.

La necessità di una buona ragione

Un fattore decisivo nella progettazione di ambienti di lavoro urbanizzati è la motivazione dei dipendenti. Uno studio condotto da Microsoft Worklab nel 2022 ha rilevato che il 73% dei dipendenti ha bisogno di un motivo valido per andare in ufficio, oltre alla semplice aspettativa dell’azienda. Questo sviluppo sta costringendo le aziende a rendere gli uffici più attraenti e funzionali, offrendo più di una semplice postazione di lavoro.

La flessibilità come strategia chiave

La pandemia ha accelerato l’utilizzo di spazi flessibili. Secondo JLL, nel 2021 il 41% degli affittuari utilizza sempre più spesso spazi flessibili come parte della propria strategia per il posto di lavoro. Questa flessibilità consente ai dipendenti di scegliere diversi luoghi di lavoro a seconda delle loro esigenze e della natura del compito, che si tratti dell’ufficio, dell’ufficio a casa o di un “terzo luogo”.

L’ascesa dei “luoghi terzi”

Dato che possiamo lavorare praticamente ovunque, il motivo per andare in ufficio deve andare oltre il semplice lavoro. Gli uffici, che sono in costante competizione con nuovi luoghi di lavoro, stanno cambiando, così come il modo in cui le città vengono viste e vissute. I distretti commerciali devono ora tenere conto del fatto che i dipendenti trascorrono una parte significativa delle loro giornate lavorative al di fuori degli uffici, il che influisce sulla domanda di spazi per uffici tradizionali e sull’uso delle strutture urbane.

Nelle aree urbane stanno emergendo numerose opportunità di lavoro alternative alla casa e all’ufficio. I terzi luoghi sono fiorenti e offrono una varietà di modelli e forme che vanno oltre i caffè e gli spazi di co-working. Uno studio di JLL sottolinea che oggi il lavoro ibrido non si limita alla casa e all’ufficio; una varietà di luoghi diversi fa ormai parte della settimana lavorativa tipica, in quanto i dipendenti stanno ridefinendo i confini tra vita privata e vita professionale, che spesso si confondono. Gli esperti si riferiscono a questo fenomeno come al work-life blend.

Hotel e ristoranti come spazi di lavoro

Sempre più hotel e ristoranti vengono trasformati in spazi di lavoro informali, più discreti di un ufficio, ma altrettanto ben attrezzati e invitanti di una casa, ma senza distrazioni. Un esempio è Working from The Hoxton, aperto a Bruxelles nel luglio 2023. Si tratta di un ibrido tra un hotel e uno spazio di co-working con quasi 200 camere e 500 diverse postazioni di lavoro.

Una nuova cultura del lavoro

La diversità dei terzi posti nelle città segna un cambiamento evidente nella cultura del posto di lavoro. La tradizionale distinzione tra lavoratori d’ufficio e nomadi digitali sta diventando sempre meno netta. I dipendenti scelgono modalità di lavoro diverse a seconda delle esigenze specifiche del compito o della necessità di collaborazione. Questi cambiamenti stanno portando molte aziende e progettisti di spazi a sperimentare nuovi formati e funzioni per trasformare i tradizionali edifici adibiti a ufficio nei “migliori luoghi di lavoro”.

Un cambiamento di paradigma nello spazio e nel tempo

L’introduzione di un modello di lavoro ibrido non significa solo poter scegliere dove lavorare, ma anche quando lavorare durante la giornata. Questa flessibilità e libertà sfida la cultura tradizionale del posto di lavoro e crea nuove opportunità per un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata.

In sintesi, gli ambienti di lavoro urbanizzati offrono un’ampia gamma di opportunità di lavoro flessibili e ibride. Questo sviluppo sta sfidando i modi tradizionali di lavorare e sta portando a una ridefinizione di ciò che un ufficio è e dovrebbe essere. Ciò apre prospettive interessanti per il futuro del lavoro e per la progettazione delle nostre città.

Per saperne di più, consultate l’ultimo numero di Sedus INSIGHTS

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]