TO SEDUS WEBSITE

Press enter to see results or esc to cancel.

Come si identificano le tendenze del colore? Intervista con le esperte di Zukunftstil

Oggi, Livia Baum e Jutta Werner di Zukunftstil, una rinomata agenzia di colori e tendenze specializzata nella creazione di concetti unici per le aziende nei settori degli interni, della moda, dei prodotti, dei materiali e dei modelli, ci offrono una panoramica sul loro lavoro.

Con passione e creatività, combinano sistematicamente tendenze e colori per offrire ai clienti i migliori consigli possibili. Non si occupano solo di estetica, ma anche del significato più profondo del colore come riflesso della nostra società. La loro missione è identificare e riconoscere tempestivamente le tendenze future attraverso un approccio metodico e analitico. Nell’intervista che segue, ci offrono una panoramica esclusiva sui loro metodi di lavoro e condividono le loro intuizioni sull’entusiasmante mondo della ricerca su tonalità e nuovi trend.

Livia Baum und Jutta Werner

Livia Baum e Jutta Werner di Zukunftstil | Foto Annemarie Bartoli

Ricerca e scouting delle tendenze:

Come dovrebbero immaginare il vostro lavoro le persone che non hanno mai avuto contatti con esso?

Il colore è il nostro più importante strumento di progettazione. È simbolico, ci guida nella stanza, svolge una funzione o rappresenta uno stato d’animo e un’emozione. Il colore è anche una tendenza e lo vediamo come un riflesso della società. Nella maggior parte dei casi, molti valori e desideri si riflettono attraverso i colori e le composizioni cromatiche: sono tutti argomenti di cui ci occupiamo.

Il nostro lavoro si articola in 4 pilastri: esplorazione, raccolta, realizzazione e scienza. Lo scouting costituisce la base e si svolge almeno due volte l’anno. Qui si analizzano il mercato e la società attuali e si mettono in relazione i risultati. Le tendenze vengono poi tradotte in collezioni – per diversi settori, gruppi di valore e periodi di tempo. L’attuazione consiste nel rendere tangibili al cliente le indicazioni di tendenza attraverso i trend book, le fiere, gli showroom o i laboratori. La scienza è la nostra base e ci procediamo sempre in termini di metodologia e considerazioni di design.

Trendresearch bei Zukunftstil

Come incontra i colori e quali criteri utilizza per inserirli nel suo portfolio di tendenze?

Partecipiamo regolarmente alle fiere, raccogliamo ispirazione da mostre, blog, riviste e conferenze e organizziamo regolarmente panel di tendenza con altri esperti del colore, dell’interior design e dell’architettura. Iniziamo prendendo tutto ciò che incontriamo nei settori della moda, degli interni, dell’architettura, della grafica, dei materiali o dell’arte. Per ogni panel vengono raccolte fino a 6.000 immagini e questo panel di tendenza si svolge due o tre volte all’anno. Confrontiamo lo sviluppo con i panel precedenti, cerchiamo cambiamenti, colori, stili o combinazioni casuali, che continuiamo a osservare nel periodo successivo.

Il primo passo dello scouting è la raccolta di informazioni, dopodiché le immagini vengono raggruppate in base a diverse categorie utilizzando le nuvole di immagini. Ciò significa che vengono create collezioni di stili, colori o contesti sociali simili. Il passo successivo consiste nel condensare i risultati in una dichiarazione di base sulla creazione di moodboard per poi classificare il mondo delle tendenze in codici di significato, come il colore, il materiale, il modello o lo stile di vita sottostante. In questo modo è possibile analizzare una tendenza in modo tangibile e comprensibile.

Con il passare degli anni, costruiamo la nostra libreria di colori nella nostra testa. Questo allenamento visivo è molto importante e allena la nostra memoria visiva.

Erstellen eines Farbkonzepts bei Zukunftstil

Concetti di colore ed emozioni:

Quali sono i colori e le combinazioni di colori che ritenete più adatti a creare un’atmosfera rilassante e stimolante sul posto di lavoro?

Si tratta di un aspetto molto individuale e, a seconda dell’azienda, anche legato alle persone e all’identità aziendale. Oggi i dipendenti devono sentirsi a proprio agio e lo spazio deve essere in grado di offrire situazioni e atmosfere diverse.

Esistono vari modi per creare un’atmosfera lavorativa armoniosa. Per esempio, c’è la tendenza dell’urban living, dove l’attenzione si concentra su colori scuri e intensi e l’ufficio diventa il nuovo salotto – ma può anche essere esclusivo ed espressivo, conferendogli un carattere da boutique. I confini dell’ufficio diventano sempre più labili. Un’altra opzione è la Multi Creation. È la zona creativa che si esprime attraverso colori forti e puri. Qui tutto è sapientemente mescolato e l’individualità e l’atmosfera informale sono create con un tocco giocoso, quasi come in uno studio. Soft Being, invece, reinterpreta la natura. Sfumature di verde in molte sfumature si mescolano a ruggine, arancione o melanzana e marrone. La freschezza e il benessere trasmessi sono supportati da materiali naturali e da un’atmosfera tradizionale. Lo stile Smart Balance è sinonimo di equilibrio, calma e decelerazione. Anche il grigio, la sabbia e le tonalità chiare del blu e del verde sono sinonimo di un mix di natura, digitalità e funzionalità.

Esperienza multisensoriale:

Oltre ai colori, anche altri stimoli sensoriali svolgono un ruolo importante. In che modo un’esperienza multisensoriale sul posto di lavoro può essere migliorata dalla scelta dei colori?

L’aptica, termine che si riferisce al coinvolgimento del senso del tatto e alle sensazioni che derivano da esso, svolge un ruolo molto importante in questo momento. L’esperienza sensoriale deve corrispondere al colore. Idealmente, tutto forma un’unità. Anche l’odore o la musica sono elementi importanti e possono rafforzare i colori o indirizzare le associazioni. Anche il colore e la superficie devono andare di pari passo per creare un quadro d’insieme armonioso.

Sostenibilità e benessere:

In che misura i concetti di colore sostenibile possono contribuire ad aumentare il benessere dei dipendenti e allo stesso tempo promuovere la responsabilità ecologica?

Prima di tutto, la domanda sorge spontanea: che cos’è un concetto di colore sostenibile? Si tratta di qualcosa a lungo termine o la sostenibilità deriva da un forte legame con la natura?

Oggi la sostenibilità non deve più solo apparire sostenibile, ma è più legata a ciò che c’è dietro e ai contenuti. A seconda dell’applicazione o del contenuto di riferimento, l’aspetto può rifletterlo stilisticamente, ma non è necessario. Questa è una nuova interpretazione della sostenibilità. Ci piace anche dire che “la sostenibilità diventa rosa”.

Quando si parla di interpretazioni naturali, gli approcci con i colori delle piante sono molto interessanti. Anche l’uso di materiali e colori salutari, cioè di colori e materiali che sostengono la nostra vita e ci mantengono in salute, è molto innovativo. Il riciclo e riuso sono approcci altrettanto interessanti quanto il design biofilico, che sta diventando sempre più il fulcro del design. Dopo tutto, la natura è la nostra più grande fonte di ispirazione.

Prospettive per il futuro:

Come vede lo sviluppo delle tendenze cromatiche e dei percorsi sensoriali nel contesto del moderno design degli ambienti di lavoro nei prossimi anni?

Le emozioni stanno diventando sempre più importanti e vengono affrontate sempre più spesso attraverso un design più consapevole. Un approccio mirato al colore e alle emozioni contribuisce al benessere sul posto di lavoro.

Si può anche osare di più con il colore: questo crea individualità e dà carattere all’ambiente di lavoro. 

L’ufficio deve aprirsi sempre di più e diventare un luogo di incontro. Le aree living, office e retail si stanno fondendo sempre di più. L’ufficio viene visto sempre meno come un puro posto di lavoro e diventa invece un luogo di incontro e socializzazione. Anche questo aspetto dovrebbe essere affrontato attraverso la progettazione con tutti i sensi.

Livia e Jutta hanno sviluppato il Colour Cookbook per Sedus.

Il ricettario dei colori “The Colour Cookbook” si concentra in modo specifico sulla progettazione cromatica degli uffici. È uno strumento indispensabile per architetti, interior designer, consulenti d’ufficio e progettisti specializzati nell’arredamento professionale di uffici e ambienti di lavoro. Con un totale di 48 ricette di colori presentate, il libro mostra tessuti e texture innovativi in combinazione con superfici e legni colorati.

Le ricette cromatiche presentate sono concepite in base all’area di lavoro e al mondo delle tendenze e consentono combinazioni cromatiche individuali. Il libro prende in considerazione diverse aree di lavoro come il relax, la concentrazione, la comunicazione e la collaborazione, nonché le tendenze attuali come Smart Balance, Urban Living, Soft Being e Multi Creation. Le ricette cromatiche, accuratamente studiate, possono essere combinate in modo semplice e pragmatico e mirano a incoraggiare le persone a integrare maggiormente il colore nella loro vita lavorativa quotidiana.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]